Itinerari

Il B&B CORTE DEGLI SPADA - Borgo antico del Salento, rappresenta un punto strategico di partenza per raggiungere facilmente le principali mete turistiche e culturali della costa Salentina Ionica ed Adriatica; le mete enogastronomiche della Terra dei Messapi e dei Trulli di Alberobello.

  • Distanza da Stazione Brindisi = 13.75 Km
  • Distanza da Porto di Brindisi = 14.37 Km
  • Distanza da Aeroporto di Brindisi = 15.52 Km
  • Distanza da Lecce (città d’arte) = 40.00 Km
    (le distanze sono solamente indicative e calcolate in linea d’aria).

PRINCIPALI METE TURISTICHE

Porto cesareo:

l’antica “Sasinae Portus”, è una ridente cittadina del Salento, situata sul Mar Ionio a pochissimi km da Mesagne. Il suo litorale è caratterizzato da tratti di baie e lagune con immense distese di sabbia dorata a piccolissimi granelli, limitate verso terra da un cordone dunale, bellissimo esempio di macchia mediterranea i cui esemplari arborei sono definite tra i più belli d’Italia ed inseriti negli habitat prioritari dell’U.E.

 

Gallipoli:

E’ il fascino dei suoi tesori, delle sue ricchezze (naturali e non) a far sì che questa cittadina venga conosciuta e apprezzata da tutto il mondo. Basse scogliere, splendide spiagge incontaminate, eccezionali monumenti storici, è questa Gallipoli, è questa la vera “Perla dello Jonio”.
Collocata lungo la costa occidentale del Salento,  Gallipoli si presenta ai visitatori in una forma stranissima: una città divisa in due parti, una piccola isola racchiude la città vecchia, detta Centro Storico e un ponte la congiunge alla terraferma, Il Borgo, la parte più recente della città.

 

Otranto:

La città di Otranto detta “Porta d’Oriente” è sita a sud dell’Adriatico, nel punto più orientale d’Italia, e si affaccia nello stretto che da essa prende il nome di Canale d’Otranto. Antico capoluogo della terra d’Otranto (che comprendeva le attuali province di Lecce, Brindisi e Taranto) conserva ancora oggi, l’aspetto caratteristico delle antiche città commerciali che si affacciavano sul Mediterraneo. Solare e meridiana si mostra con il suo fascino orientale ai numerosi visitatori che ogni anno affollano le sue coste e il centro storico. Otranto, l’antica Hidrotum, fondata probabilmente da coloni greci, provenienti dall’isola di Creta, divenne poi municipio romano, fino al 757, quando fu conquistata dai longobardi. Alcuni anni dopo, passò sotto il dominio dei bizantini che nel secolo IX la elevarono a capitale della Terra d’Otranto.

 

Alberobello:

Rappresenta il cuore della Valle dei Trulli. E’un pittoresco centro agricolo e turistico formato in gran parte da trulli che gli conferiscono, oltre ad una vaga aria fiabesca, notevole interesse architettonico riconosciuto nel 1996 Patrimonio Mondiale dell’Umanità dall’UNESCO. Nella sola Alberobello ci sono circa 1.500 trulli di vario tipo.

 

Ostuni:

La pittoresca cittadina di Ostuni sorge su tre colli posti alle ultime diramazioni delle Murge ed è parte del Comprensorio dei Trulli e delle Grotte per la presenza, nella campagna disseminata di ulivi, delle bianche casupule a cono. Ma la definizione con cui è maggiormente nota è Ostuni la “bianca”. Perché bianche di calce sono tutte le abitazioni del suggestivo borgo medievale, un intrico urbano che ricorda una casbah araba. La città comprende un nucleo storico circolare, sviluppatosi intorno alla Cattedrale e tuttora circondato dai bastioni aragonesi del sec. XV. Importante attrattiva turistica di Ostuni è il suo mare: lungo i 17 km di costa si possono ammirare lunghe spiagge con dune coperte da macchia mediterranea e un alternarsi di calette sabbiose e costa rocciosa, offendo così al turista visitatore una scelta variegata. Il mare limpido, pulito e pescoso delle coste di Ostuni ha fatto si che meritasse per il 2009 la Bandiera Blu e le cinque vele di Legambiente, per la pulizia delle acque e per la qualità dei servizi offerti, e la “Bandiera Verde” (primo posto), per le spiagge ideali per i bambini.Fra le spiagge di maggiore attrattiva si ricordano: Pilone, Rosa Marina, Monticelli, Villanova, Costa Merlata, Santa Lucia-Torre Pozzella.

 

Valle d’Itria:

uno dei paesaggi più singolari offerti dalla Puglia. In totale i trulli esistenti in questa sono stati calcolati in circa venticinquemila. La valle d’Itria è caratterizzata da una vegetazione rigogliosa dominata dall’olivo, coltivato nelle terre delle masserie, le piccole fortezze in pietra di questa zona. Le coste sono contraddistinte da lunghi litorali sabbiosi, dune e riserve naturali protette .Molte le tracce delle antiche civiltà messapiche, i villaggi rupestri, i castelli e imperdibile l’effetto dei trulli costruiti con la tecnica della pietra a secco. Merita una visita Cisternino, considerato uno dei borghi più belli d’Italia in cui il tessuto sociale si fonde con soluzioni architettoniche uniche.

 

DIVERTIMENTO

 

Selva di Fasano:

a soli 30 Km abbiamo lo zoo safari e FASANOLANDIA, il parco divertimenti annesso allo Zoosafari. Questo parco ogni anno si arricchisce di nuove attrazioni, spesso in esclusiva per il centro-sud d’Italia. Oltre 25 grandi attrazioni, dalle più tranquille alle più spericolate, appagano i gusti dei visitatori di tutte le età, alle quali si aggiungono spettacoli di varietà e di illusionismo nel grande teatro polifunzionale. Da menzionare anche un mercatino per lo shopping ed una cappella del XVI secolo annessa alla “Masseria Pedali”.

 

Cellino San Marco - Parco divertimenti Carrisiland:

Si tratta di una struttura per i bambini e le famiglie. Si divide in aree tematiche e all’interno di esse troviamo: escursione boschiva, giro in trenino, mini zoo, casetta sull’albero, mondo delle favole nel bosco, mondo degli gnomi, area jurassica, area divertimenti con gonfia park, covo dei briganti, area western con indian village, saloon tavola calda, pony ride, tori meccanici e un acquapark tematico caraibico con 3.000 mq di specchio d’acqua, 10.000 mq di piazzette relax con solarium, rocce con cascate, acquascivoli per adulti e bambini. La struttura punta anche su alcuni spettacoli e sulla didattica. E’ provvista di tutti i servizi essenziali, dalle toilettes all’area pic-nic e offre già ora una discreta offerta che permette non meno di mezza giornata per la visita.

 

Cicloturismo - Alto e Basso Salento:

Sempre più persone si accostano al cicloturismo con intenti “vacanzieri”, turistici o naturalistici; numerosi sono, infatti, i percorsi e le reti ciclabili a vostra disposizione, alla scoperta delle principali meraviglie salentine e della loro storia.

 

BONTÀ CULINARIE


La cucina pugliese si caratterizza soprattutto per il rilievo dato alla materia prima, sia di terra che di mare, e per il fatto che tutti gli ingredienti sono finalizzati ad esaltare e a non alterare i sapori base dei prodotti usati.Tra i primi piatti mesagnesi si ricordano principalmente: li stacchioddi (orecchiette) al ragù, le lasagne al forno, risu patani e cozzi (riso con patate e cozze);
Tra i piatti a base di verdure e legumi si collocano li marangiani chini (melanzane ripiene), la parmigiana di zucchine, li favi cu li feddi (fave con pezzi di pane) accompagnate da verdure.
I tipici piatti a base di pesce e frutti di mare sono: le cozze rracanate, il polpo lesso, le seppie o ” li cozzi chini” le cozze ripiene.
Tra i piatti a base di carne si ricordano: li turcinieddi (involtini fatte con frattaglie di carne di agnello, li brascioli (involtini di carne al sugo) e le polpette.
Non si può non ricordare poi la fucazza chiena (focaccia ripiena di cipolla e olive) e le pettole.
Tra i dolci, li buccunotti, li purcidduzzi (una sorta di struffoli), li mustazzueli (somiglianti agli strozzetti e ai mostaccioli), li cartiddati, e nel periodo pasquale le famose puddiche con l’uovo lesso al centro.

 

Movida Mesagnese


Arrivata la “bella stagione” il centro storico di Mesagne diventa punto di  riferimento e aggregazione per numerosi giovani provenienti dai comuni limitrofi.
E’ la MOVIDA MESAGNESE che non si ferma mai …rallenta il suo ritmo solo alle prime ore del giorno, quando i giovani sono ancora a dormire, dopo aver fatto le “ore piccole”.
Iniziando dall’aperitivo, i numerosi locali che s’incontrano lungo le viuzze del borgo antico prendono vita e si affollano proponendo ottimi cocktail e degustazioni di vino, il tutto accompagnato da prodotti tipici locali e da musica a tema.
Qui si chiacchiera, si ride e si decide come e dove proseguire la serata.
Le alternative sono tante: i PR delle discoteche offrono inviti per feste di ogni genere in grado di soddisfare anche i gusti musicali più ricercati e per tutte le età.
Oltre ai Disco Pub e Wine bar situati in location di grande fascino, si può decidere di proseguire la serata in spiaggia, ballando in riva al mare; infatti, i lidi vicini, che di giorno sono affollati da un viavai di gente, tra lettini e creme solari, di notte si trasformano in sale da ballo di sabbia finissima. Le ore scorrono velocemente e presto è tempo di far colazione con la pasticceria tipica, esempio principe” il Pasticciotto”.
La notte è finita, un nuovo giorno alla scoperta di questo paradiso sta per iniziare…